POLIVINILCLORURO (PVC)
STRUTTURA
Materiale termoplastico per lo più amorfo e polare. Le caratteristiche dipendono dal grado di polimerizzazione medio. L’ inserimento di plastificante nei tipi P dal 20 al 60% determina un’ ampia gamma di durezze.

PRINCIPALI TIPI
PVC-U (rigido)
PVC-P (plastificato con plastificante da 20÷60%)

CARICHE, RINFORZI E ADDITIVI
Gesso, caolino, farina di quarzo, nerofumo.

COLORE
Traslucente sino a trasparente, a seconda dei tipi. Colorabile in tutte le tonalità opache.

CARATTERISTICHE
Resistente a soluzioni saline, acidi diluiti, soluzioni alcaline, solventi non polari, benzina, olio minerale, grassi, alcool. Non resistente a : solventi polari, idrocarburi clorurati chetoni, idrocarburi aromatici, benzolo, alogeni liquidi, acido solforico e nitrico concentrati.
Resistente a UV e intemperie se stabilizzato.
Autoestinguenza intrinseca.
Comportamento fisiologico ottimo (tipi alimentari e medicinali), nei tipi P solo con particolari plastificanti.
Il trasudamento “migrazione” del plastificante nei tipi P riduce la resistenza all’ invecchiamento. Buona resistenza meccanica (tipi U), rigidità, durezza.
Caratteristiche elettriche non molto buone.
Assorbimento d’ acqua nullo.

APPLICAZIONI
Stampaggio cuffie e soffietti, componenti elastici, rivestimenti, flessibili, guarnizioni, canotti pneumatici, sonde, stivali, guanti ect.